Press Releases

9 Tendenze in Espansione Nella Produzione Automobilistica

 Link permanente   tutti i messaggi
 automation_250Tracy Brooks, esperta Hyster nella movimentazione dei materiali, svela alcune tendenze delle quali occorre tener conto nella supply chain dell'industria automobilistica mentre ci avviciniamo al 2018. 


1) Movimentazione automatizzata (AGV) 

I sistemi di trasporto senza conducente finora sono stati prevalentemente impiegati per operazioni estremamente ripetitive, come il trasporto di ricambi di piccole dimensioni. Prevediamo che carrelli per corsie strette (VNA), carrelli retrattili e carrelli commissionatori per prelievi a basso livello verranno sempre più impiegati per il trasporto automatizzato e il deposito e prelievo di merci palletizzate. 

Questo può comportare la parziale o completa automazione dei carrelli con l'impiego di circuiti ad induzione, sistemi con videocamere, laser, GPS o una combinazione di più sistemi. I carrelli retrattili e i carrelli per corsie strette Hyster® sono già stati integrati con successo in numerose applicazioni, con una casa automobilistica che ha recentemente introdotto nella sua attività più di 100 carrelli commissionatori Hyster® automatizzati per prelievi a basso livello.

2) Macchine connesse 

Per i costruttori intelligenti, l'uso di dispositivi IoT (Internet of Things) migliora l'efficienza e la produttività delle attività di produzione, contribuendo a ridurre i tempi di consegna dei veicoli. Collegando le attività dei loro carrelli elevatori possono tenere sotto controllo in tempo reale la situazione dell'intera flotta e accertarsi che tutto proceda regolarmente.

Ad esempio, installando la soluzione telematica Hyster Tracker su una serie di attrezzature mobili possono raccogliere i dati dei controlli di manutenzione giornalieri per le analisi dell'utilizzo. Il facile accesso ai report assicura la pronta visibilità degli indicatori chiave tramite un portale online. 

Con Hyster Tracker è possibile ricevere avvisi di manutenzione preventivi, utili per la gestione di grandi flotte e di centinaia di operatori. I dati di localizzazione GPS aiutano anche ad identificare le aree all'interno di un luogo di lavoro maggiormente esposte al rischio di incidenti, quali aree soggette a congestione e possono essere impiegati anche in caso di più siti.

3) Sistemi a rimorchi per attività automatizzate 

 Anziché fornire carrelli pieni alla linea di produzione, la maggior parte delle applicazioni adotta ora il concetto ‘Milk Run’ e alimenta kit più piccoli per la produzione Just in Time, ritirando al tempo stesso i container vuoti.

I componenti vengono solitamente trasportati su carrellini con l'impiego di un trattorino di traino che può essere guidato da una persona oppure, previa programmazione, automatizzato. I trattorini di traino Hyster® LO5.0T o LO7.0T possono "essere programmati".  Per le operazioni ripetitive che prevedano carichi e percorsi definiti, le unità possono registrare il percorso che devono seguire. Dopo il necessario ‘training’, saranno in grado di seguire automaticamente il percorso desiderato, fermandosi autonomamente nelle previste stazioni di scarico. 

4) Supporto da organizzazioni locali con partnership globali 

L'attenzione all'assistenza locale continua ad essere una tendenza sempre più importante, perché le aziende pretendono risposte sempre più rapide per evitare fermi-macchina nelle loro attività Just-in-time. Questo vale soprattutto nell'Europa orientale dove vengono prodotte numerose vetture di gamma alta in alcuni dei più moderni e produttivi stabilimenti di tutta Europa. 

Per Hyster e i suoi concessionari è quindi fondamentale garantire un'assistenza di livello mondiale in paesi quali Repubblica Ceca, Romania e Slovacchia. Non solo con team di assistenza qualificati e la rapida fornitura di ricambi, ma con la competenza ed esperienza necessarie per favorire la crescita delle aziende automobilistiche con nuove idee e il continuo miglioramento della flotta di movimentazione materiali.

5) Opzioni di alimentazione in base all'applicazione 

Esistono nuovi modi per alimentare i carrelli elevatori, alcuni dei quali fino a pochi anni fa erano considerati impensabili. Ma l'aspetto più interessante è che questi sviluppi sono sostenibili sotto il profilo commerciale, consentendo importanti risparmi in termini di costi.

Dunque, qual è il tipo di alimentazione che rappresenta il futuro?  Bene, pensiamo che dipenda dall'applicazione.

Le celle a combustibile possono essere adatte per alcune, gli ioni di litio per altre e il GPL per altre ancora. Un esempio recente è rappresentato dall'azienda logistica Agility con sede a Stoccarda. Improvvisamente è stato chiesto loro di aumentare il numero delle ore lavorative per garantire che i ricambi per le vetture fossero pronti per la spedizione. Utilizzando la loro flotta elettrica esistente, l'alimentazione non era sufficiente per assicurare due ore di esercizio in più al giorno.  La soluzione agli ioni di litio è stata rapidamente scartata per cui hanno deciso di introdurre i carrelli a GPL Hyster®, riducendo così il costo totale di esercizio.  

Nel frattempo, le attività su più turni, caratterizzate da elevati volumi di movimentazione che impieghino 15 o più carrelli elevatori, possono prendere in considerazione la più recente tecnologia delle celle a combustibile. Questa opzione sta prendendo il sopravvento perché offre i vantaggi dell'elettricità con la comodità del combustibile. 

Il rifornimento delle celle di idrogeno richiede pochi minuti. Quando si tratta di attività su più turni di lavoro con due o più sostituzioni giornaliere delle batterie, questo rifornimento rapido si traduce in importanti vantaggi dal punto di vista della produttività.

Oltre al maggiore sfruttamento del carrello, ci possono essere numerosi altri vantaggi, se impiegato nell'applicazione giusta. Ad esempio, l'eliminazione di caricatori delle batterie al piombo, stazioni di sostituzione e dispositivi di lavaggio può contribuire a liberare importanti spazi da destinare ad altre operazioni all'interno di un'azienda. 

La tendenza non è quindi verso un tipo di alimentazione, ma capire il principio che l'alimentazione dipende dall'applicazione.

6) È personale 

I processi produttivi sono sempre più complessi, ne consegue che la possibilità di disporre una flotta di movimentazione personalizzata è sempre più importante. Questa è una tendenza in aumento nel settore, con le aziende che si rivolgono ai fornitori di macchinari di movimentazione materiali alla ricerca di attrezzature che soddisfino le loro specifiche esigenze.

7) Simulare il successo 

La scelta dei carrelli risulterà efficace per qualsiasi sito? La simulazione può aiutare a rispondere a questa domanda prima dell'ordinazione dei carrelli. Il simulatore di magazzino ® consente ad esempio alle aziende di testare diversi scenari, fornendo una serie di risultati di simulazione che si avvicinano molto alle reali variazioni operative quotidiane.

Le immagini in 3D simulano il funzionamento, offrendo una piattaforma per sperimentare diverse opzioni. Ciascuna simulazione prende in considerazione aspetti diversi, quali tempi e velocità di scarica, ricarica e sostituzione delle batterie, turni di lavoro degli operatori, pause, capacità/permessi per la guida di determinati tipi di carrelli e molto altro ancora.

8) Pesatura 

I costruttori automobilistici e i fornitori di pneumatici trasportano quasi tutti i loro componenti in container, casse mobili o rimorchi. Nel 2016, la SOLAS (Safety of Life at Sea Convention, Convenzione sulla salvaguardia della vita umana in mare) ha introdotto una nuova condizione per i container imballati caricati sulle navi destinate all'esportazione. Questo significa che tutti i container imballati devono avere un peso lordo verificato (VGM), la verifica può essere effettuata dallo spedizioniere o dal terminal.

Il contenuto del container può essere pesato prima dell'imballaggio utilizzando ad esempio una bilancia mobile, con la tara (peso del container vuoto) aggiunta successivamente.  In alternativa, è anche possibile pesare il peso complessivo del container imballato, ad esempio con un ReachStacker Hyster dotato di sistema di pesatura Static.

9) Movimentazione dell'acciaio con una flotta elettrica 

I coil d'acciaio o le lastre impiegate nei processi di stampaggio per realizzare i componenti della carrozzeria delle auto sono solitamente molto pesanti e per la loro movimentazione di solito si usano i carrelli Hyster a grande portata a gasolio, con portate che arrivano a 52 tonnellate. 

Hyster non si è limitata a sviluppare soluzioni per la movimentazione dell'acciaio e ad aumentare la flessibilità delle macchine, nel prossimo futuro, i clienti dell'industria automobilistica avranno la possibilità di optare per i modelli elettrici anche per le flotte a grande portata, azzerando le emissioni e ottenendo prestazioni di pari livello per tutti i turni di lavoro.

Hyster ha stabilimenti di produzione nel Regno Unito, Olanda e Italia con prodotti supportati da una delle migliori reti d'assistenza al mondo. Rinomati per la loro robustezza e affidabilità, i prodotti Hyster® aiutano a garantire un'ottima resa dell'investimento con un basso costo totale di esercizio (TCO).

Hyster ha dedicato particolare attenzione alle soluzioni per l'industria automobilistica slovacca in occasione della International Engineering Trade Fair tenutasi a Nitra, in Slovacchia dal 23 al 26 maggio 2017.