Press Releases

Quarant'anni Di Carrelli Elevatori a Forche Domande E Risposte Con David Rowell

 Link permanente   tutti i messaggi
HYSTER-40-Years-of-Forklifts-250Successivamente al suo recente pensionamento quest'anno, dopo avere ricoperto, per ultimo, il ruolo di Senior Product Marketing Manager per Hyster UK, David Rowell riflette su alcuni degli sviluppi nel settore della movimentazione dei materiali di cui è stato testimone per oltre 44 anni e condivide le sue idee riguardo al futuro.

D: Com'era questo settore all'inizio della sua carriera lavorativa con Hyster?

R: Era il 1972 e fui sorpreso di trovare un'azienda multinazionale, di proprietà statunitense, produttrice di carrelli elevatori a forche a soli 16 chilometri da casa mia in Scozia.  Fui assunto in veste di Coordinatore Vendite Junior, a supporto dei concessionari dal Canada al Sudafrica.  Negli anni '70 introducemmo una nuova linea di carrelli elevatori a forche a trazione elettrica e questo fu per me l'inizio di un'entusiasmante carriera che si sarebbe protratta per oltre 40 anni.  Se mi avesse prospettato qualcosa del genere allora, le avrei dato del pazzo, ma sono rimasto a lavorare per Hyster perché era un datore di lavoro di ampie vedute.  Sviluppavano nuovi prodotti entusiasmanti per i clienti impegnati in applicazioni industriali pesanti.

In tutto il settore si stavano sviluppando i mercati di massa e Hyster stava affrontando con successo questa sfida. La filosofia di progetto si evolse in modo da fornire apparecchiature di qualità a un prezzo abbordabile e fu fermamente alla base dello sviluppo sia della serie Hyster® XL, sia della gamma di carrelli elevatori a forche a trazione elettrica. 

D: Quali importanti innovazioni ha comportato il lancio dello stabilimento di produzione nel Regno Unito a Craigavon?

R: Abbiamo modificato la nostra filosofia di progetto, come pure i metodi di produzione e distribuzione. Inizialmente dedicato alla produzione di carrelli con motore a combustione interna (ICE), lo stabilimento di Craigavon, nell'Irlanda del Nord, è stato aperto nel 1981. Il primo prodotto fabbricato in quello stabilimento è stato il ben noto carrello elevatore a forche Hyster® H40-60 XL (con portate di 2-3 tonnellate) 

All'epoca, fu un carrello elevatore diffuso mirato alle aziende operanti nella fabbricazione e distribuzione di alimenti e bevande. Fissò lo standard di qualità, robustezza e funzionalità. Divenne presto un carrello elevatore da esportazione molto richiesto, con circa 3.000 carrelli elevatori H40-60 XL realizzati all'incirca nei primi 20 mesi di produzione. 

Fu così che ebbe inizio l'era “XL” e Hyster iniziò presto a realizzare nello stabilimento altri modelli che comprendevano opzioni munite di gommatura cushion e pneumatici, dotati di serie di servosterzo e cambio automatico.  La facilità di controllo, soprattutto per gli operatori meno esperti, fu uno dei punti fermi della progettazione.

Nel 2009, Craigavon divenne uno stabilimento misto per la produzione sia di prodotti con motore a combustione interna sia a batteria, con un radicale cambiamento del layout dello stabilimento per ospitare la produzione di entrambe le linee. Attualmente sono oltre una dozzina i tipi diversi di carrelli elevatori controbilanciati Hyster® da 2,5 tonnellate sfornati dalla linea di produzione di Craigavon.  

D: Come è mutato il mercato dei carrelli elevatori a trazione elettrica nell'arco degli ultimi quarant'anni?

R: La prima gamma di carrelli elevatori a forche a trazione elettrica Hyster® fu lanciata negli anni '70. Negli anni seguirono numerosi sviluppi, compreso il rilascio della serie a trazione elettrica XL negli anni '80. 

Forse il cambiamento più significativo si verificò  nel 2008, quando introducemmo le serie XN e XNT di carrelli elevatori a forche a trazione elettrica. Questi carrelli elevatori continuarono a rappresentare la strategia dell'azienda basata sul progetto modulare e sull'innovazione offrendo ai clienti prestazioni eccelse e notevoli risparmi sui costi di esercizio. Inoltre consolidarono l'immagine di Hyster quale fornitore a livello mondiale di carrelli elevatori a basso consumo energetico, con ridotte esigenze di manutenzione, costi di esercizio contenuti al minimo e zero emissioni.
Oggigiorno è disponibile una gamma variegata di carrelli elevatori a trazione elettrica Hyster®, che comprende carrelli elevatori potenti, robusti e di grande portata, insieme a piccoli carrelli elevatori a forche a trazione elettrica a tre ruote che sono tra i più efficienti dal punto di vista energetico della loro categoria. 

D: Concorda sul fatto che il settore sembra meno incentrato sul prodotto? Come si è verificata questa evoluzione?

R: Negli anni '90, l'attenzione di Hyster® rivolta ai carrelli elevatori si è spostata sui vantaggi per l'operatore.  Poiché il comfort dell'operatore incide sulla produttività, l'efficienza e l'umore, è stata riposta maggiore importanza sull'aspetto ergonomico della progettazione. Con il prodotto XM, Hyster ha fissato un nuovo standard in termini di ergonomia. Un migliore posizionamento sul sedile, minori livelli di rumore e nuovi comandi operatore progettati all'insegna dell'ergonomia furono caratteristiche salienti della progettazione. 

Questo è stato l'inizio dell'approccio dell'azienda basato sulle soluzioni, che si concentrava su soluzioni atte a soddisfare le reali esigenze del cliente anziché semplicemente sul prodotto. 

D: Quali altri elementi di interesse sono cambiati nel mercato? 

R: L'efficienza energetica, il risparmio sui costi e la riduzione delle emissioni hanno assunto un priorità più elevata nel settore negli ultimi anni, con l'aggiornamento della legislazione in materia di emissioni e una maggiore attenzione rivolta all'impatto ambientale. Negli anni '90, la progettazione della serie XM prese in considerazione questi importanti aspetti. Dotata del motore diesel Perkins, questa serie offrì una potenza elevata con un minore consumo di carburante e una maggiore efficienza, con conseguente contributo alla riduzione dei costi di esercizio. 

D: Quali cambiamenti sono intervenuti nel settore nel nuovo millennio? 

R: Nel nuovo millennio, Hyster ha iniziato a lavorare a più stretto contatto con i concessionari in modo da offrire più scelte ai clienti con soluzioni incentrate sull'applicazione. I progetti modulari dei prodotti avevano contribuito ad accelerare la produzione, mantenendo nel contempo una qualità costante e offrendo varie configurazioni, con conseguente ulteriore aumento delle opzioni disponibili con cui soddisfare le esigenze dei clienti.

Nel 2005 è stata avviata la produzione della serie Hyster® Fortens® FT. Questa è la serie di punta del marchio da ben dieci anni e offre ai clienti un'ampia gamma di scelte.  Questa gamma di carrelli elevatori ICE offre un'opzione di alta qualità, in grado di adattarsi a qualsiasi applicazione, con tutti i modelli, dal compatto H1.6-2.0FTS ai prodotti H4.0 -5.5FT, prodotti nello stabilimento di Craigavon per la clientela europea.  

La gamma Fortens® offre inoltre ottime opzioni di personalizzazione. Sono disponibili configurazioni da abbinare a specifiche esigenze applicative, comprese quelle con attrezzature da utilizzare nell'industria cartaria, manifatturiera, del riciclo, delle bevande, dei metalli o delle costruzioni.

D: Come riepilogherebbe i principali interessi di Hyster all'interno dell'attuale mercato?

R: Ritengo che uno dei cambiamenti più importanti nel corso degli anni sia l'attenzione rivolta all'applicazione. Hyster ha acquisito un'ottima conoscenza di come la scelta di un carrello elevatore a forche possa incidere in modo notevole sulle prestazioni e sui costi complessivi di una attività aziendale.  

I compiti assolti dai carrelli elevatori e la stessa applicazione guidano la scelta del prodotto da parte del cliente, pertanto Hyster sta fornendo ai clienti soluzioni incentrate sull'applicazione e realizzate su specifica del cliente. Ciò aiuta a risolvere le specifiche difficoltà quotidiane e nel contempo a soddisfare tutti i diversi aspetti di una attività aziendale; costi, efficienza del carburante, basse emissioni e produttività nel tempo. L'attenzione è rivolta soprattutto a ciò che si può fare per il il singolo cliente. 

Uno degli ultimi progetti Hyster a cui ho preso parte consisteva nel contribuire a lanciare sul mercato il nuovo carrello elevatore a forche Hyster® XT nel 2016. L'XT è un nuovo prodotto economicamente efficiente che fissa un nuovo standard. Offre comunque caratteristiche di prima classe, alcune condivise con la gamma Fortens®, e utilizza motori e trasmissioni di comprovata efficacia per esibire le prestazioni atte a soddisfare i requisiti della maggior parte degli utenti rispetto alle loro esigenze applicative.

I carrelli elevatori a forche Hyster® sono realizzati per tutti i tipi di attività, da quelle più intensive, con impegno dell'intera portata del carrello, a quelle che prevedono un uso giornaliero normale.  Spesso i carrelli elevatori sono all'apparenza simili tra loro, ma quello che conta davvero è al loro interno.  Lo sviluppo continuo è essenziale per l'offerta dei prodotti Hyster®. La società sta ampliando la sua già ampia gamma di prodotti e io non vedo l'ora di vedere i futuri sviluppi. 

D: Vuole renderci partecipi di una sua riflessione finale?

R: Sono stato immensamente lieto dei miei 44 anni di lavoro in questo settore ed è stato estremamente gratificante lavorare con Hyster, un'azienda che collabora con i clienti in modi finora significativi.

Chi è David Rowell

David Rowell è entrato in Hyster nell'ottobre del 1972 e ha lavorato al suo interno per 44 anni. I ruoli da lui ricoperti sono stati in ambito Product Sales and Marketing, di responsabile Vendite e Distribuzione e in ambito Operations.  David è stato inoltre presidente. per 4 anni, della BITA (British Industrial Truck Association), dove negli ultimi 20 anni si è impegnato attivamente nella ridefinizione del settore. 
A coronamento della sua carriera ultraquarantennale in Hyster, David ha ricevuto un premio alla carriera in occasione dei 2017 FLTA (Fork Lift Truck Association) Awards a marzo del 2017.