Press Releases

Visibilità Dei Carrelli Elevatori Per Il Porto Intelligente

 Link permanente   tutti i messaggi
A_Hyster_Object_Sensing_250Per migliorare la consapevolezza dei conducenti dei carrelli elevatori nelle stazioni marittime, Hyster sta studiando e sviluppando una gamma più ampia di opzioni per i sistemi di rilevamento da carrello a carrello, da carrello ad oggetto e da carrello a pedone.  Grazie all'impiego di telecamere, telematica e altre tecnologie, le flotte Hyster® “connesse” stanno fornendo maggiore produttività e visibilità per i porti intelligenti di domani.

Consapevolezza dell'operatore

Ed Stilwell, Functional System Leader per Hyster dichiara: “È necessario che i conducenti dei carrelli elevatori e il personale a terra mantengano la corretta consapevolezza l'uno della presenza dell'altro, soprattutto nelle attività portuali e dei terminali.  La tecnologia può essere di aiuto in questo ambito, ma affinché sia efficace deve soddisfare le esigenze specifiche dell'applicazione di movimentazione.” 

Prosegue dichiarando: “I carrelli elevatori, per esempio, compiono manovre in molte direzioni diverse, ma spesso dispongono di una minore visibilità per il conducente rispetto a quella disponibile in un'automobile. Pertanto, le tecnologie esistenti derivate dal settore automobilistico spesso non sono abbastanza avanzate per queste complesse esigenze.”

Per aiutare gli operatori a rimanere concentrati sul carico e sul percorso di guida, aumentando nel contempo la consapevolezza della presenza di persone e altri macchinari, Hyster ha studiato e individuato una serie di sistemi di rilevamento di prossimità e di presenza di oggetti. Sono modulari e possono funzionare individualmente o collettivamente.

Il primo rileva automaticamente gli oggetti con più sensori che adeguano la loro portata in base alla velocità del veicolo. Esso rileva gli oggetti durante la marcia in linea retta come pure durante le manovre di sterzata in cui l'estremità posteriore del carrello è in testa o sta ruotando. Quando viene rilevato un oggetto, l'operatore viene avvertito tramite segnalazioni aptiche e acustiche, come una vibrazione e una segnalazione da cicalino. Il conducente può quindi reagire di conseguenza.

Stilwell afferma: “Possiamo aggiungere sensori di prossimità che permettono la consapevolezza della presenza reciproca da carrello a carrello e perfino da carrello a pedone.  Ciò è importante in quanto in molte attività viene movimentata una maggiore quantità di prodotto e un maggior numero di container senza espansione dell'ingombro.  Ciò significa che spesso è presente un maggior numero di carrelli e persone al lavoro in stretta vicinanza come mai in passato, con una maggiore pressione sulla produttività.” 

Le macchine per la movimentazione dei materiali di maggiore portata necessitano di notevole spazio per il funzionamento, con la necessità di più spazio per consentirne la “rotazione di coda” dell'estremità posteriore. Inoltre, il carico sulla parte anteriore del carrello, durante la marcia avanti e indietro, necessita di ulteriore spazio e può ostacolare la visuale del conducente.

I carrelli elevatori Hyster® sono progettati in modo da fornire agli operatori una visuale diretta e una visibilità laterale prive di ostacoli e sono realizzati in modo da essere conformi alla Direttiva Macchine dell'Unione europea, in conformità ai requisiti di marcatura CE e di sicurezza sia delle norme nazionali, sia delle rispettive organizzazioni del commercio ovunque in Europa. L'azienda afferma che l'operatore deve essere sempre responsabile del funzionamento in sicurezza della macchina, ma la tecnologia può aiutare laddove la visibilità può essere limitata. 

Spiega Stilwell: “I carrelli elevatori connessi assicurano che gli operatori siano al corrente della presenza di carrelli, oggetti e pedoni in stretta vicinanza e quindi operano a velocità idonee per una determinata zona di traffico.” 

Visibilità

Oltre ai sistemi di rilevamento, Stilwell spiega che anche le telecamere possono contribuire a migliorare la visibilità in talune applicazioni, rendendo possibile la visualizzazione dello spazio vicino intorno a un carrello e al carico.   Per mantenere gli operatori concentrati sul carico e sul percorso di marcia, si possono impostare le telecamere in modo da attivarsi solo quando viene rilevato un oggetto per poi visualizzare un'immagine sullo schermo. 

Le telecamere possono essere utilizzate come ausilio per l'aggancio dei container ed è possibile unire insieme le visualizzazioni di più telecamere in un'unica immagine in modo che l'operatore non debba impiegare alcuni preziosi secondi per capire quale vista stia mostrando la singola telecamera.

Telematica

La perizia di Hyster soddisfa anche le esigenze in termini di "big data" dei porti intelligenti. La soluzione telematica Hyster Tracker può essere installata su una molteplicità di apparecchiature mobili. Essa permette agli operatori portuali di raccogliere dati, dai controlli della manutenzione giornaliera, ai rapporti sugli incidenti fino all'analisi dell'utilizzo. La facilità di accesso ai rapporti fornisce una rapida visibilità dei dati principali rilevati che aiuta a mantenere le attività portuali in funzione in modo efficiente. 

Hyster Tracker fornisce l'accesso controllato agli operatori, avvisi proattivi concernenti la manutenzione e codici impatto e difetto reattivi. I dati di tracciamento GPS aiutano anche a identificare le zone all'interno di una attività che possono presentare una maggiore probabilità di incidenti, come ad esempio zone soggette a congestione. 

La linea di carrelli elevatori a forche di grande portata Hyster® offre fino a 52 tonnellate di portata per i terminali dei porti, compresi gli stoccatori a carrello retrattile, i carrelli per container vuoti, i carrelli elevatori e i carrelli da magazzino. Supportati da una delle più potenti reti di concessionari a livello mondiale e da una squadra di supporto in fabbrica dedicata, i carrelli elevatori Hyster® offrono un basso costo di proprietà ai clienti a livello globale.