Press Releases

I Big Truck Hyster riducono ulteriormente l'utilizzo di carburante con l'introduzione della Fase IV

 Link permanente   tutti i messaggi

Hyster ha lanciato una serie completa di carrelli di grandi dimensioni, i Big Truck, conformi alla Fase IV/Tier 4 definitiva che consentono risparmi di carburante fino al 25%, per i porti, i terminali e l'industria pesante.

Big TrucksNel luglio 2014, i primi Hyster Big Trucks con capacità di sollevamento di oltre 18t lasceranno la linea di produzione dello stabilimento di Nijmegen, nei Paesi Bassi, con tecnologie EGR, DOC e SCR volte a soddisfare la normative sulle emissioni di Fase IV/Tier 4 definitiva (T4f).

In stretta collaborazione con i propri partner, Hyster è riuscita a ridurre ulteriormente i costi operativi per i clienti, grazie al design intelligente, a rigorosi test sul campo e a un numero significativo di ore di ingegnerizzazione.

"Il nostro obiettivo è di proseguire con la nostra strategia per le Emissioni ridotte redditizie, che mira a ridurre i costi totali di esercizio e di proprietà soddisfacendo nel contempo i nuovi standard per un ambiente più pulito," spiega Jan Willem van den Brand, Product Strategy Manager Big Trucks. "Basandoci sul successo riscosso con la Fase IIIB/Tier 4i in cui abbiamo raggiunto fino al 20% di risparmio sul carburante, siamo riusciti ad aggiungere un ulteriore risparmio del 5% nella versione definitiva. Ora offriamo fino al 25% di risparmio di carburante sui nostri modelli 2014 rispetto ai carrelli della Fase IIIA del 2010 e a molti dei nostri concorrenti".

L'ulteriore risparmio di carburante compensa il bassissimo livello di consumo di urea, che è in media il 3,5% del consumo di carburante (l'urea rappresenta in genere la metà del costo del diesel). Dal momento che i carrelli non hanno bisogno del DPF, anche i costi di esercizio ad esso associati vengono eliminati.

Le gamme di carrelli elevatori per container vuoti Hyster dalla 5a all'8a altezza, da 18-20t e da 25-32 t, montano il nuovo motore Cummins QSB 6.7 (fino a 270 hp, 201 kW) e la trasmissione ZF a 5 velocità. Nei carrelli di maggior portata, il motore Cummins QSL9 (fino a 370 hp, 276 kW) offre potenza per i carrelli elevatori da 36-48 t, i carrelli per la movimentazione di container pieni e gli Hyster Reach Stacker.

"Abbiamo eseguito i primi test sui carrelli di Fase IV/T4f nel maggio 2012 e da allora abbiamo raccolto migliaia di ore di convalida nelle applicazioni reali," aggiunge. "Abbiamo lavorato partendo dal successo operativo dei nostri prodotti per la Fase IIIB/Tier 4 Interim lanciati nel 2010, dove abbiamo 'messo a punto' i motori".

Hyster ha deciso di utilizzare l'EGR (ricircolo dei gas di scarico) in combinazione con l'SCR (riduzione catalitica selettiva) e un catalizzatore ossidante diesel (DOC) per raggiungere la conformità con la Fase IV/T4f, con il risultato di un'emissione di circa il 96% di particolati (fuliggine) in meno e il 94% di NOx (ossidi di azoto) in meno rispetto agli equivalenti della Fase IIIA/T3 prima del 2005. L'EGR riduce la formazione di NOx durante la combustione, prevenendo la maggior parte della formazione di NOx, poi l'SCR rimuove i NOx restanti dal flusso di scarico. Questa soluzione offre il miglior controllo possibile dei NOx a tutti i regimi del motore e le temperature di scarico, consentendo potenza e risposta completamente ottimizzate e un ridotto consumo di carburante. Questa combinazione richiede basso utilizzo di DEF (liquido per lo scarico diesel) senza rischio di cristallizzazione.

Per la riduzione del particolato (PM) l'iniezione ad alta pressione del carburante riduce la formazione di PM alla fonte, mentre il catalizzatore ossidante diesel (DOC) rimuove il restante PM dal flusso dello scarico. Non serve DPF (filtro antiparticolato), nessun intervento aggiuntivo dell'operatore né l'assistenza per la pulizia delle ceneri. Inoltre, il DOC aumenta la temperatura dello scarico e consente il normale regime di minimo.

"L'EGR e il DOC consentono una combustione controllata," spiega Jan Willem. "Con dimensioni ridotte si può ottenere una gamma di potenza più ampia".

Oltre alle tecnologie dei motori Cummins, Hyster offre sviluppi di ottimizzazione delle prestazioni, come il raffreddamento a richiesta, la modalità ECO-eLo, la gestione del regime e la velocità di minimo in alternata del motore, per contribuire ulteriormente a ridurre il consumo totale di combustibile in tutte le applicazioni.

Nei movimentatori di container vuoti, le gamme di carrelli elevatori Hyster da 18-20t e 25-32t comprendono anche la trasmissione ZF con un convertitore di coppia più rigido, una migliore selezione del punto di cambio e cinque marce avanti. Ciò consente al carrello di avanzare alla massima velocità a soli 1450 giri/min invece che a 2100-2300 giri/minuto con le normali trasmissioni. Ne risulta un basso utilizzo di carburante e livelli di rumore ridotti senza perdita di prestazioni.

Oltre ai risultati comprovati sulla gamma di carrelli elevatori Hyster da 25-32t e ai Reach Stackers ora anche i movimentatori di container vuoti e la gamma di carrelli elevatori da 18-20t sono dotati di idraulica load-sensing. L'impianto idraulico "a richiesta" consente una elevata velocità di sollevamento a un basso regime del motore.

"Il risparmio di carburante che offriamo rispetto al modello del carrello Tier 3 del 2010 è in genere fino al 25%, spesso anche di più, senza riduzione delle prestazioni," conclude.

Con i sistemi di protezione del motore, della trasmissione e dell'impianto idraulico, Hyster garantisce un'eccellente affidabilità nelle operazioni più esigenti in qualunque applicazione con performance eccellenti.

T4f è la normativa EPA per il Nord America, mentre la Fase IV è l'equivalente nella UE. Dal 2014 esse interesseranno tutti i motori alimentati a diesel non ad uso stradale disponibili per la vendita in tali mercati con potenze nominale del motore oltre i 173 hp (130 kW).

Una selezione dei modelli Hyster precedenti è ancora disponibile per la vendita al di fuori della UE e del Nord America, e comprende miglioramenti quali la trasmissione ZF e l'idraulica load-sensing.

"Ancora una volta Hyster ha approfittato dell'introduzione di nuove normative per migliorare il suo ruolo leader nell'economia dei consumi di carburante. Dopo aver introdotto i nostri precedenti prodotti ci siamo resi conti quanto fosse importante per i nostri clienti il basso consumo di carburante delle apparecchiature Hyster, in particolar modo quando hanno visto abbassarsi notevolmente la spesa per il combustibile," aggiunge Jan Willem, spiegando che in conseguenza di ciò Hyster ha deciso di investire ulteriormente in Ricerca e Sviluppo nel campo della tecnologia della riduzione dei consumi di carburante.

Tutti i prodotti Hyster sono supportati in tutto il mondo da una rete di concessionari altamente competenti che fornisce assistenza locale esperta ed efficiente e personalizzazioni per settori industriali specifici.

Visit www.hyster.eu