• Babcock International Group

    Plymouth, Regno Unito

    babcock-mainBabcock fornisce l'assistenza 24 ore su 24, 7 giorni su 7 alla più grande base navale dell'Europa occidentale, nella quale molti dei suoi 80 carrelli elevatori Hyster® operano su più turni di lavoro.

    “I nostri carrelli svolgono diversi compiti all'interno del sito, qui abbiamo quasi ogni tipo di attività di movimentazione materiali, dalla manutenzione delle imbarcazioni al supporto logistico delle imbarcazioni,” ha detto Mark Jackson, Logistics Centre of Excellence Manager di Babcock International Group.

    “Il nostro obbiettivo è l'ottimizzazione della disponibilità e dell'affidabilità dei carrelli in un ambiente portuale che può mettere a dura prova i carrelli”.

    QUAL È STATO L'APPORTO DI HYSTER?

    +

    • Lavorando in stretta collaborazione con Babcock per comprendere le particolari esigenze, il concessionario Hyster ha individuato i robusti carrelli Hyster® più adatti per ciascuna applicazione, mantenendo al tempo stesso efficienza e costi di gestione
    • Per una comoda gestione automatizzata della flotta, i carrelli sono stati equipaggiati con il sistema telematico Hyster Tracker
    • Due ingegneri sono stabilmente impiegati sul posto per offrire la necessaria assistenza.

    RIEPILOGO ATTREZZATURE

    +

    Il sistema di gestione della flotta aiuta a gestire 80 carrelli elevatori, inoltre:

    • CARRELLI RETRATTILI
    • CARRELLI CONTROBILANCIATI ELETTRICI
    • TRANSPALLET
    • CARRELLI CON MOTORE A COMBUSTIONE INTERNA (VARI)
    • CARRELLI ELEVATORI A GRANDE PORTATA
    • MACCHINE VNA (PER CORSIE MOLTO STRETTE)

    ..E ALTRO ANCORA

     

    FUNZIONI E VANTAGGI APPORTATI ALLE ATTIVITÀ BABCOCK

    +

    • “L'impiego del sistema telematico Hyster Tracker ha automatizzato il controllo della flotta, contribuendo a sostenere i processi esistenti che si concentrano su sicurezza ed efficienza.”
    • Con diverse centinaia di operatori, molti dei quali polivalenti, impiegati ad operare le varie unità che compongono la flotta, Hyster Tracker assicura che i carrelli vengano usati soltanto da operatori adeguatamente formati grazie all'impiego della loro tessera ID/RFID per la sicurezza del cantiere.
    • Il sistema Hyster Tracker trasmette una serie di dati dai carrelli tramite GSM, accessibile attraverso un portale online protetto, HysterTracker.com. Questo portale consente la consultazione e creazione di rapporti, tabelle e grafici chiari e personalizzabili.
    • I dati aiutano i responsabili a migliorare la produttività, controllare i costi e ottimizzare l'uso delle loro flotte sfruttando dati accurati.” Babcock può vedere tendenze e picchi. Alcuni carrelli vengono impiegati con minore frequenza per operazioni estremamente particolari, e i rapporti aiutano a prendere le decisioni sulle risorse in base al loro eccessivo o insufficiente sfruttamento.
    • Il sistema può anche imporre controlli di sicurezza di inizio turno chiedendo all'operatore di eseguire una serie completa di verifiche su un pannello di comando prima di poter avviare un carrello. Questo assicura Babcock che gli operatori eseguano tutti gli opportuni controlli previsti dalla legge prima di iniziare il lavoro.
    • Qualora dovessero emergere problemi nel corso dei controlli ad inizio turno oppure segnalati dalla funzione di monitoraggio dei codici di errore, Hyster Tracker garantisce la loro immediata risoluzione, contribuendo a limitare i possibili fermi macchina. È anche possibile programmare l'invio automatizzato di avvisi e-mail in caso d'urto per agevolare l'indagine e la gestione.
    • Si utilizza la funzionalità di spegnimento in regime minimo per spegnere il carrello dopo un periodo di tempo predefinito, aiutando così a tenere sotto controllo e limitare i costi del carburante ed energetici.
    • Acqua marina, gabbiani e condizioni climatiche estreme mettono a dura prova i carrelli, in particolare quelli parcheggiati sulla barriera frangiflutti, per cui la qualità costruttiva delle attrezzature Hyster® è molto importante. Caratteristiche, quali i freni a dischi in bagno d'olio, hanno contribuito a preservare la massima disponibilità della flotta in applicazioni gravose e impegnative.