Press Releases

I 5 Fattori D'influenza Nelle Operazioni Di Movimentazione Dei Materiali Della Supply Chain Dell'industria Chimica

 Link permanente   tutti i messaggi
Molti dei fattori d'influenza nelle operazioni di movimentazione dei materiali della Supply chain (catena di approvvigionamento) dell'industria chimica non sono immediatamente comprensibili. Mark Nailer, Industry Manager di Hyster Europe tratta di alcune delle inattese, ma molto importanti, tendenze che si dovrebbero tenere in considerazione per le applicazioni di movimentazione dei materiali dell'industria chimica.
250 - 5 factors
Le aziende utilizzano macchine e attrezzature di movimentazione dei materiale a vari livelli della Supply chain dell'industria chimica: dal trasporto delle materie prime, al dosaggio in fase di produzione, sino all'immagazzinamento e alla distribuzione di prodotti finiti quali fitofarmaci, vernici e additivi alimentari.  Mentre per queste applicazioni si affidano ai carrelli elevatori Hyster® per le loro caratteristiche di efficienza, precisione e basso costo di proprietà, le aziende del settore stanno anche cercando assistenza nell'affrontare altre importanti sfide che coinvolgono l'industria chimica. 

1. La riduzione dei materiali plastici

Le società, le industrie e i governi stanno sempre più attivamente cercando soluzioni per ridurre l'utilizzo e la produzione dei materiali plastici. A livello dell'Unione Europea, una Direttiva che entrerà in vigore nel 2021*bandirà alcuni tipi di plastiche monouso, mentre il governo del Regno Unito progetta di introdurre imposte sugli imballaggi in plastica e sta investendo 40 milioni di sterline a sostegno delle iniziative di riduzione e riciclaggio dei materiali plastici**.  Dato che la produzione di materiali plastici rappresenta oltre un terzo delle attività dell'industria chimica***, si rende necessario ottimizzare le operazioni per molte applicazioni del settore.

Assieme ai nostri esperti partner di zona per la distribuzione, operiamo a stretto contatto con i clienti per individuare e fornire caso per caso le soluzioni più indicate.  Per esempio, il simulatore di magazzino Hyster® può aiutare a individuare le problematiche operative e a verificare le potenziali soluzioni o sondare diversi metodi di lavoro. Il simulatore fornisce dettagliate previsioni operative che consentono alle aziende addette allo stoccaggio o al trasporto di prodotti chimici di prendere decisioni informate, anche nel caso in questo implichi una riduzione del numero dei loro carrelli elevatori!

2. L'impegno verso operazioni più pulite ed ecologiche

Spesso l'opinione pubblica vi è la convinzione che le attività della Supply chain dell'industria chimica siano "sporche" e molto inquinanti. In realtà, invece, molti dei nostri clienti del settore sono attivamente impegnati nel ridurre il loro impatto ambientale, con un conseguente aumento della richiesta di carrelli elettrici Hyster® a emissioni zero, in particolare quelli alimentati con batterie agli ioni di litio. 

Le batterie agli ioni di litio non contengono acido che potrebbe versarsi, né producono le esalazioni di idrogeno e di altri gas che potrebbero sprigionare le batterie al piombo, circostanze decisamente sgradite per le attività che cercano di essere "più pulite ed ecologiche". Quando utilizzate nella giusta applicazione, le batterie agli ioni di litio offrono inoltre altri vantaggi, come la riduzione degli interventi di manutenzione, minori costi complessivi delle batterie e la semplificazione delle operazioni grazie al biberonaggio.

A ulteriore supporto delle aziende focalizzate sulla riduzione delle emissioni inquinanti, Hyster Europe offre inoltre motori con emissionamento Stage V per molti dei propri carrelli termici delle serie FT e XT, rendendoli più "puliti" che mai.  

Mentre il ricorso a combustibili fossili e alle batterie continuano a essere la scelta d'elezione; per determinate applicazioni e con le opportune infrastrutture le celle a combustibile potrebbero risultare una soluzione di alimentazione più idonea. Hyster Europe, assieme all'azienda produttrice di celle a combustibile Nuvera, sta attualmente sviluppando soluzioni per i clienti dell'industria chimica.

3. La sete di "big data"

Nell'ambito della logistica 4.0, le aziende sono sempre più focalizzate nell'acquisizione e l'analisi dei 'big data' per la gestione informata delle proprie attività.  La Supply chain dell'industria chimica non fa certo eccezione. In un contesto industriale altamente competitivo, in cui le aziende sono sempre più propense e indotte all'innovazione, la maggior parte dei produttori sta ora integrando nei propri sistemi operativi la tecnologia blockchain per ottimizzare i propri livelli di efficienza e sicurezza.

Quanto alla movimentazione dei materiali, questo significa che vi è una maggiore richiesta di dati da inserire in questi sistemi.  Molti clienti dei settori farmaceutico, petrolchimico e agrochimico utilizzano il sistema di telematica Hyster Tracker per ottenere dati essenziali sulle prestazioni degli operatori, l'utilizzo di carrelli specifici, le emissioni di scarico, l'ubicazione delle flotte e i rispettivi tempi di inattività. 

Il sistema Hyster Tracker consente inoltre di rilevare, riportare e registrare le situazioni di urto o collisione, come pure di individuare la generazione di codici di errore e intervenire con efficienza in merito. Ancora di più, il portale online del sistema consente di aggregare e analizzare i costi delle flotte di macchine addette alla movimentazione dei materiali, in modo di ottenere dati reali sui costi totali di proprietà.

4. L’avvento dei robot

Nella supply chain dell'industria chimica si movimentano spesso materie prime e prodotti finiti di elevato valore, rendendo la riduzione dei danni un fattore della massima priorità.  Sta di conseguenza aumentando il ricorso a soluzioni automatizzate per eliminare i danni dovuti a "fattori umani". Ne è testimonianza il fatto che le aziende produttrici europee hanno la più alta densità di robotizzazione industriale al mondo.

Le operazioni di movimentazione della supply chain dell'industria chimica possono essere automatizzate con le accessibili soluzioni robotizzate Hyster®. La tecnologia ‘Driven by Balyo’ abbina agli affidabili prodotti Hyster®, come i trattori, i controbilanciati con operatore a terra e i commissionatori per prelievi a basso livello, sistemi di controllo robotizzati che contribuiscono a ottimizzare i livelli di precisione, efficienza e riduzione dei danni, gestendo in modo fluido e regolare le congestionate linee di produzione e abbattendone i costi. 

Questo offre inoltre alle aziende il vantaggio sulla concorrenza di poter lavorare per 24 ore al giorno per 7 giorni la settimana.

5. La continua variazione dei prezzi dell'olio

La logistica delle materie prime è per sua natura imprevedibile, con i prezzi dell'olio che si dimostrano una variabile difficile da gestire in un mondo in continua evoluzione.  Per contrastare questi fattori, la certezza nelle operazioni di movimentazione dei materiali assume una rilevanza critica nel settore chimico.

Una cosa su cui possono continuare a fare affidamento le aziende del settore chimico sono l'efficienza operativa e la redditività dei carrelli elevatori Hyster®.  Inoltre, al mutare delle variabili e delle esigenze operative, la rete mondiale di concessionari Hyster® può offrire soluzioni di noleggio a breve termine che consentono alle aziende di adattare rapidamente le flotte alle esigenze del momento.  Dato che il rispetto dei budget è sempre un fattore di primaria importanza, queste soluzioni possono inoltre aiutare le aziende a gestire con maggiore efficienza i propri investimenti in conto capitale. 

Mentre fattori esterni continuano a sottoporre a sfide e incertezze le aziende addette alla movimentazione di prodotti chimici, Hyster® risponde offrendo soluzioni affidabili e improntate sulla sicurezza per soddisfare specifiche esigenze applicative a ogni livello della Supply chain.

Per maggiori informazioni, contattare il partner Hyster® di zona per la distribuzione o visitare il sito www.hyster.com.