Press Releases

Industria 4.0: Hyster Europe Presenta Le Soluzioni Robotizzate Basate Sui Carrelli Elevatori

 Link permanente   tutti i messaggi
123Logimat250Hyster Europe sta collaborando con Balyo, specialista francese nel settore della robotica. A LogiMAT, la fiera dell'intralogistica di Stoccarda, il produttore di carrelli industriali ha dimostrato le proprie soluzioni robotizzate intelligenti con il trattorino di traino Hyster® LO7.0T. 
 
Il trattorino di traino si muoveva, come per magia, attraverso lo stand Hyster nel Padiglione 10. Il carrello, dotato di tecnologia robotica innovativa, è uno dei primi modelli offerti da Hyster Europe. “I nostri carrelli robotizzati sfruttano la tecnologia di navigazione elaborata da Balyo, che per l’automazione dei processi logistici non richiede importanti modifiche alle infrastrutture,” ha dichiarato Timo Antony, Area Business Director per l'Europa centrale di Hyster Europe. "I carrelli, invece, operano sfruttando le caratteristiche strutturali dell'edificio." 
                    
I carrelli Hyster navigano in automatico

Per la navigazione dei carrelli industriali, Hyster si affida prevalentemente al sistema di geoguida. Questo sistema, basato sulla tecnologia LIDAR, determina la posizione del carrello orientandolo secondo punti fissi come pareti, scaffalature o la struttura dell'edificio. Non sono necessari riflettori o altri ausili fisici per la navigazione.

“Queste soluzioni robotizzate si basano sui nostri carrelli elevatori dalla produzione in serie, ed è comunque possibile un utilizzo manuale," ha spiegato Antony. "Un doppio vantaggio veramente ottimo, che implica che la tecnologia robotizzata può essere spenta in qualunque momento e che, se necessario, il guidatore è può comandare le macchine in modalità manuale. I carrelli elevatori possono pertanto essere utilizzati spontaneamente per altri compiti. Ciò rende le soluzioni di carrelli robotizzati Hyster® notevolmente diverse rispetto ai veicoli a guida automatica. La ragione è che i veicoli a guida automatica inizialmente usati per il trasporto di piccoli oggetti seguono automaticamente i percorsi indicati e non possono essere usati manualmente.”

Inoltre, alcuni veicoli a guida automatica hanno una navigazione limitata e non sono in grado di evitare gli ostacoli. I carrelli robotizzati Hyster® con tecnologia di navigazione Balyo non fanno altro che scegliere un altro percorso quando è necessario. Quando un carrello elevatore munito di tecnologia di geoguida incontra un ostacolo, nella maggior parte dei casi il software individuerà un percorso alternativo e il "robot" potrà continuare il viaggio in automatico.

La robotica si adatta all'infrastruttura

L'industria 4.0 cambierà i processi logistici nella loro interezza. Ciò è in gran parte dovuto alle soluzioni innovative nel campo delle tecnologie robotiche, in grado di adattarsi con facilità alle varie infrastrutture. "Ogni nostro carrello elevatore è dotato di serie di tecnologia robotizzata," ha spiegato Antony. "È possibile usare un unico carrello robotizzato, o un'intera flotta." Inoltre, l'utilizzo di carrelli Hyster® per la produzione di massa semplifica la manutenzione, la risoluzione dei problemi e la diagnostica dei carrelli.
                      
I carrelli svoltano automaticamente verso il loro obiettivo

Attualmente, Hyster offre diversi carrelli industriali che sfruttano questa innovativa tecnologia robotizzata. Fra di loro vi sono gli stoccatori controbilanciati Hyster® S1.0C, S1.2C e S1.5C e i carrelli commissionatori per prelievi a basso livello come Hyster® LO2.5. Inoltre, è possibile integrare le soluzioni robotizzate su diversi trattorini di traino Hyster® utilizzati con sistemi a rimorchi per alimentare le linee di produzione.
                                       
Il percorso può essere memorizzato nel trattorino di traino e, dopo un'adeguata programmazione, i sistemi a rimorchi guidano automaticamente verso la loro destinazione, fermandosi autonomamente presso le singole stazioni. Prerequisito: la configurazione del sistema a rimorchio rimane invariata e il peso dei carichi da trasportare è circa lo stesso. Altrimenti i sistemi dovranno essere riprogrammati da capo. Se necessario, è anche possibile spegnere la tecnologia robotizzata per lasciare il comando dei trattorini al guidatore.

"Questa soluzione robotizzata soddisfa molto meglio le esigenze di fluttuazione o picchi della domanda," sottolinea Antony. "Ma la vera differenza tra la nostra soluzione e quelle degli altri sta nel nostro approccio. Anziché sviluppare pacchetti di tecnologia fissi, lavoriamo a soluzioni personalizzate insieme al cliente."

Laser che scansionano l'ambiente

Il sistema di navigazione a laser utilizzato nei carrelli robotizzati Hyster® inizia registrando l'ambiente attraverso un laser montato in cima al veicolo. Ciò avviene manovrando manualmente il carrello attraverso tutta l'area di lavoro disponibile. La piantina che ne risulta viene poi modificata da un ingegnere, il quale aggiunge alla piantina i percorsi così definiti. La piantina finita viene caricata sugli altri dispositivi all'interno della flotta.

Durante l'utilizzo, il laser scansiona l'ambiente, confrontandolo con la piantina in memoria. Sulla base di questo confronto calcola la posizione attuale e lo stoccatore automatico svolge il suo compito. "In sostanza, la sfida più grande per la robotica è quella di integrare le diverse soluzioni negli attuali sistemi di logistica di magazzino - e quando si tratta di riprogettare sistemi automatici, occorre massimizzare lo spazio" spiega Antony.

Ritorno sull'investimento in “due o tre anni”

I costi dipendono dal tipo di carrello e alle esigenze d'uso specifiche. In generale, le aziende dovrebbero prevedere costi quattro o cinque volte superiori a quelli di un carrello elevatore a forche a comando manuale. Inoltre si deve anche tenere conto dei costi di installazione. "Nella maggior parte dei casi, un sistema automatizzato, indipendente dalle sue dimensioni, ripaga il proprio costo in due o tre anni," spiega Antony. "Consigliamo a tutti i clienti di esaminare il ritorno potenziale prima di implementare un sistema automatizzato." Per ridurre i costi della flotta nell'era dell'Industria 4.0, vale anche la pena servirsi di un sistema di gestione della flotta.

Hyster® Tracker riduce i costi

Attraverso il sistema di gestione della flotta Hyster® Tracker, il produttore di apparecchiature per la movimentazione dei materiali supporta le aziende durante la raccolta dei dati, dalla manutenzione giornaliera all'analisi dell'utilizzo. Il sistema può essere installato successivamente su diversi carrelli industriali e porta-container. Consente di monitorare i costi operativi, la manutenzione periodica, i codici di guasto e i dati sull'impatto, ed è in grado di inviare in automatico questi dati tramite e-mail in caso di errori o impatti specifici. In questo modo è più semplice registrare e verificare i danni. Inoltre, si può sfruttare il monitoraggio tramite GPS per individuare le aree con maggiore probabilità di incidenti, come gli ingorghi nel traffico.

Hyster® Tracker può anche essere usato con tessere RFID per fare in modo che alcune macchine vengano manovrate esclusivamente da guidatori autorizzati o qualificati. Per ridurre i costi del carburante o di elettricità, è possibile impostare lo spegnimento al minimo per arrestare il carrello dopo un intervallo di tempo predefinito, a meno che non venga spostato. All'inizio del turno il guidatore può visionare una checklist e individuare eventuali problemi, che potranno quindi essere elaborati e risolti immediatamente. Questo riduce i costi e riduce o elimina potenziali tempi di fermo.

"Le nostre tecnologie e soluzioni innovative sono sempre calibrate sulle esigenze del settore logistico," ha dichiarato Antony. "Grazie ai nostri carrelli elevatori a forche resistenti e affidabili, e ai servizi completi di assistenza e supporto forniti dai nostri competenti concessionari locali, i nostri clienti godono di una soluzione completa per ogni fase della supply chain della logistica."

Per maggiori informazioni sull’efficiente ed economica movimentazioni dei materiali nelle applicazioni logistiche, visitare il sito www.hyster.eu.